Informazioni e novità

Detrazioni 2018

Maggiori informazioni

CONTO TERMICO 2.0

Possono accedere al conto termico PA (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE) e SP (SOGGETTI PRIVATI)

Premesso che il contributo Conto Termico può essere richiesto solo dopo l’esecuzione dei lavori quello che viene riportato sotto è comunque auspicabile che venga verificato in fase di preventivo.

La prima cosa da verificare è che il soggetto  che richiede il contributo sia tra quelli che possono accedere al contributo:

a) Pubbliche Amministrazioni:

-tutte le amministrazioni dello stato

-Ex Istituti Autonomi Case Popolari

-Società a patrimonio interamente pubblico

-Cooperative Sociali ex 381/1991 iscritte negli albi

-Cooperative di abitanti iscritte all’albo

b) Soggetti Privati:

persone fisiche, condomini, reddito di impresa o agrario.

Per tutti gli interventi che accedono al conto termico deve essere eseguito un reportage fotografico (almeno 6 foto) che riguardano gli apparecchi esistenti che saranno sostituiti, i locali in cui sono installati, le targhette degli apparecchi esistenti, i nuovi componenti sia singoli con le rispettive etichette che inseriti negli impianti e nei locali d’installazione.

Per il solare, che non prevede sostituzione, si devono fare le foto del tetto o dell’area dove andranno installati i pannelli prima dell’installazione come del locale tecnico dove sarà installato l’accumulo/bollitore.

Quando si tratta di sostituzioni occorre anche dimostrare, attraverso appositi documenti, che lo smaltimento del prodotto sostituito si avvenuto secondo le norme in vigore.

Occorre emettere la fattura secondo le indicazioni del decreto e lo stesso vale per il bonifico del pagamento (questi documenti conviene emetterli solo dopo aver verificato la disponibilità di tutti gli altri dati e documenti necessari per la domanda).

E’ opportuno che la pratica inserita utilizzi come Soggetto Responsabile (SR) la persona intestataria della fattura e che eseguirà il bonifico.

Se il SR è il proprietario non servono ulteriori dichiarazioni mentre se si tratta di un soggetto differente dal proprietario (inquilino, per esempio) serve l’autorizzazione per l’esecuzione del lavoro da parte del proprietario (esiste un apposito modulo da utilizzare).

Servono tutti i dati anagrafici della persona identificata come SR (numero di telefono e/o cellulare inclusi), e i relativi documenti di identità e codice fiscale o Partita IVA.

Servono i dati dello stabile dove verrà installato il prodotto interessato dal conto termico: indirizzo, i dati catastali dell’immobile, una data anche indicativa dell’accatastamento, la superficie utile e l’altezza dei locali.

Il codice iban, il codice bic (swift),

Una casella di posta elettronica consultabile.

La casella di posta elettronica è indispensabile in quanto in fase di registrazione nel portale del GSE vengono inviate varie mail con codici di conferma della procedura.

Per ogni singolo prodotto saranno poi necessari vari documenti quali certificazioni, dichiarazioni o altro come riportato nelle regole applicative delle singole sezioni, ma si verificherà caso per caso.